Cerca
Filtri
Chiudere
RSS

Blog

SICMA Raccoglitore Combinato, altissime performance nella raccolta olive

Con l’avvento del mese di novembre è partita ufficialmente la campagna olivicola 2017, e come sempre Cordini Srl, azienda leader nella vendita e il noleggio di macchine agricole, è pronta a rispondere in maniera soddisfacente a qualsiasi esigenza dei coltivatori italiani, sia in termini di produttività che in termini logistici.

 

Per questo il suo scopo è quello di mettere a disposizione degli operatori del settore solo macchinari e attrezzature idonei a garantire massime prestazioni per ogni tipo di coltura e in ogni stagione dell’anno. Gli stessi risultati che è in grado di assicurare il raccoglitore combinato Sicma, espressione di tecnologia avanzata per la raccolta delle olive e frutti pendenti. Stiamo parlando di un macchinario davvero efficiente in grado di ottimizzare i costi di produzione, perché consente una raccolta dei frutti in tempi notevolmente ridotti con la possibilità di scaricarli direttamente e con semplicità dal portello inferiore nei rimorchi.

 

Macchine agricole Sicma Raccoglitore combinato

 

Questo scuotitore, inoltre, è un modello di efficienza e praticità sia per il sistema di vibrazione ad altissime frequenze di cui è dotato, che permette di aumentare il distacco del prodotto dalla pianta riducendo i tempi del raccolto, sia per la versatilità del suo ombrello, facilmente smontabile e adattabile anche su trattori cingolati, il cui diametro può variare da 5 a 9 metri.

 

Con una portata del cassone di 350 Kg, SICMA Raccoglitore Combinato può contare su una testata vibrante New Generation a due ganasce mobili con apertura fino a un massimo di 55 cm. Insomma, per una raccolta delle olive remunerativa e fruttuosa questo è il macchinario più adatto a rispondere meglio alle tue esigenze produttive. Contatta lo staff di Cordini Srl o visita il suo e-commerce per sapere di più su questo prodotto e avere tutte le informazioni che cerchi.

 

Macchine per agricoltura, è exploit di vendite e noleggio nel 2017

Ormai non ci sono più dubbi: il mercato italiano delle macchine agricole continua a dare segnali positivi di crescita, registrando significativi passi avanti in termini di vendite e immatricolazioni. A ribadirlo ancora una volta è FederUnacoma in occasione della conferenza stampa di apertura di Agrilevante 2017, la grande esposizione di Bari dedicata alla meccanica agricola che ha anche visto la partecipazione di Cordini Srl.

 

Il quadro delineato da FederUnacoma, reso possibile grazie alle registrazioni fornite dal Ministero dei Trasporti, conferma il trend di crescita dei mesi precedenti e segnala a gennaio-settembre 2017 un aumento delle immatricolazioni di trattrici, trattrici con pianale di carico e rimorchi del 9,7% rispetto allo stesso periodo del 2016. Un exploit davvero notevole ma che non riguarda solo le vendite, perché a conoscere un incremento altrettanto rilevante è un altro servizio: il noleggio.

 

Da sempre punto di forza di Cordini Srl, il noleggio è diventato un servizio sempre più richiesto negli ultimi anni per la sua capacità di fornire soprattutto vantaggi economici. Un’indagine condotta la scorsa estate dall’Informatore Agricolo – il settimanale tecnico ed economico di agricoltura professionale – e MAD – noto portale della meccanica agraria – dimostra come esso sia diventato un’alternativa valida e vantaggiosa sempre più scelta dagli operatori di settore. Grazie al confronto con 16 concessionari del servizio delle regioni Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto, Marche, Friuli e Trentino Alto Adige, è emerso un dato di fatto oggettivo: il noleggio è un servizio assolutamente trasversale e in grado di rispondere alle esigenze più variegate.

 

vendita e noleggio macchine agricole

 

I motivi per i quali esso viene richiesto, infatti, sono differenti. Tendenzialmente a richiederlo sono gli agricoltori o contoterzisti per un periodo di tempo limitato e per far fronte a imprevisti come la rottura della macchina in possesso o un picco di lavoro inaspettato, ma non manca anche chi vuole sperimentare un mezzo più nuovo per testare la tecnologia a bordo. Differenti sono anche le tempistiche del noleggio: ci sono infatti noleggi a lungo termine da 0 a 5 anni, quelli che prevedono l’opzione finale di acquisto, e quelli giornalieri, settimanali, mensili e stagionali. Nessun dubbio poi su quali sono le macchine per agricoltura maggiormente richieste: i trattori, prevalentemente di potenza compresa tra i 130CV a oltre 300 CV.

 

E davvero vantaggiosi sono i servizi di noleggio macchine agricole proposti da Cordini Srl, azienda specializzata nella vendita di qualsiasi tipo di attrezzature agricole e mezzi per la movimentazione terra che, oltre alla sua storica sede espositiva, mette a disposizione dei suoi clienti anche il suo e-commerce dove poter visitare la sezione dedicata a questo servizio e valutare le interessanti proposte pensate per ogni tua esigenza. 

Tecnologia e macchine agricole: Agrilevante 2017

Dopo l’81.ma edizione della Fiera del Levante – la Campionaria generale internazionale in corso di svolgimento proprio in questi giorni – la città di Bari è pronta ad ospitare ad ottobre un altro evento di caratura internazionale dal notevole interesse economico e commerciale: Agrilevante 2017, l’appuntamento fieristico dedicato alle macchine per agricoltura e impianti innovativi del settore primario.

 

L’evento, che si svolgerà all’interno dei padiglioni della Fiera del Levante del capoluogo pugliese, avrà come tema principale l’agricoltura del Mediterraneo, con particolare riferimento al centro-sud Italia, Balcani e Medio-oriente, e vedrà la partecipazione di oltre 3000 operatori esteri e di 300 espositori provenienti da 21 Paesi: una vetrina interessante per conoscere le ultime novità meccaniche in campo agricolo.

 

Agrilevante, infatti, è un’occasione imperdibile per scoprire macchinari di recente fabbricazione per le colture estensive idonei ad operare in maniera estremamente efficace su qualsiasi tipo di terreno, nonché trattori specializzati per le attività in frutteti e vigneti. Ma importanti saranno anche le soluzioni innovative applicate alle macchine e agli impianti, in particolare dal punto di vista idrico.

 

Agrilevante 2017 fiera internazionale macchine agricole

 

Dicevamo di un evento di spessore internazionale che interessa diverse filiere del comparto agricolo: dall’olivicoltura alla zootecnia, dall’enologia alle colture cerealicole e viticole, senza dimenticare le energie rinnovabili. Tante le iniziative in agenda come convegni tematici e concorsi dei prodotti, tra cui segnaliamo il Forum sull’economia agricola dell’Africa e del Mediterraneo, un convegno utile a conoscere più da vicino le problematiche legate a questo settore ma anche le potenzialità di crescita che esso è in grado di offrire in questi Paesi.

 

Particolare interesse infine ricoprirà l’area dedicata alla multifunzionalità, uno spazio all’interno dell’esposizione nel quale verranno presentate tecnologie e metodologie di intervento finalizzate a una efficiente gestione delle aree forestali e costiere e alla prevenzione di incendi e dissesti idrogeologici, che quest’anno hanno pesantemente colpito la nostra penisola. Agrilevante 2017 non è dunque solo una semplice esposizione di macchine agricole, ma un evento a trecentosessanta gradi sull’agricoltura mediterranea alla quale gli operatori del settore non possono mancare.

 

L’appuntamento è alla Fiera del Levante di Bari dal 12 al 15 ottobre 2017.

Droni e macchine agricole: ha inizio l’era dell’agricoltura 4.0

L’agricoltura dei giorni nostri è un settore in continua evoluzione che mira a colture sempre più specializzate ed ecosostenibili e che richiedono operazioni di precisione. Non è più una novità ormai l’impiego di macchine agricole estremamente intelligenti legate ai rami più disparati dell’alta tecnologia come la robotica e l’informatica: in altri termini, la cosidetta agricoltura 4.0.

 

E in questo contesto di cambiamento epocale caratterizzato da una gestione sempre più ottimizzata delle risorse naturali che si inseriscono i droni, i quali hanno assunto un’importanza notevole negli ultimi tempi proprio perché in grado di garantire interventi mirati ed accurati. L’interesse nei confronti di questi particolari strumenti hi-tech è tanto al punto che Federunacoma – la Federazione Italiana di costruttori di macchine agricole – ha siglato un accordo con Mirumir – società organizzatrice di Dronitaly – finalizzato a promuovere attività di precisione e automazione in agricoltura.

 

macchine agricole droni per colture di precisione

 

Il sodalizio consente di fatto a Mirumir di dar luogo ad attività sperimentali e promozionali nell’ambito dei futuri eventi espositivi e dimostrativi promossi da Federunacoma. In sostanza, i prossimi eventi fieristici saranno l’occasione per vedere all’opera i droni prodotti da importanti aziende del settore, impiegati in speciali operazioni colturali.

 

Il primo di questi appuntamenti è avvenuto lo scorso 28 e 29 luglio a Casalina di Deruta (Perugia) in occasione della Eima Show, ovvero la kermesse interamente dedicata all’agricoltura di precisione nel corso della quale, oltre alla presenza di trattori con computer di bordo e sistemi satellitari per la mappatura del territorio e l’esecuzione geo-referenziata delle lavorazioni, si sono messi in evidenza alcuni esemplari di droni impegnati in opere dimostrative.

 

Quello dell’impiego di macchinari per agricoltura così sofisticati come i droni sono a testimonianza della fase di evoluzione meccanica e di gestione dei fattori produttivi nella quale si trova oggi il settore primario: un processo evolutivo al quale Cordini si affaccia con estremo interesse e compartecipazione.

Trattori e macchine agricole: il mercato italiano torna a sorridere

Il mercato italiano delle macchine agricole torna a registrare un significativo segno più nei primi mesi del 2017, dopo una lunga fase di recessione coincisa con l’inizio della crisi economica dell’ultimo decennio. I dati forniti sulle immatricolazioni da FederUnacoma – la Federazione Nazionale Costruttori delle Macchine Agricole – presentano infatti uno scenario completamente differente da quello di un anno fa.

 

Nel periodo gennaio-maggio di quest’anno cresce il mercato delle trattrici con un +7,2% delle immatricolazioni (531 in più) rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, ma anche quello delle mietitrebbie con un +7,1% (91 in più). Ma quest’ultime non sono le sole ad aver registrato una crescita importante: significativa è anche quella che riguarda le trattrici con pianale di carico (+1,3%), rimorchi (+2,3%) e sollevatori telescopici (+13,2%). Insomma, un comparto che pare abbia invertito la rotta completamente.

 

mercato vendite trattori agricoli

 

Ad eccezione di quello francese, che continua a registrare un calo preoccupante in termini di produzione e di vendite, quello italiano è un mercato che sta seguendo il trend di crescita positivo del resto d’Europa: sono infatti in rialzo anche le quotazioni di Paesi come Spagna, Germania, Regno Unito e Belgio.

 

L’incremento delle immatricolazioni nel nostro Paese, secondo FederUnacoma, è da considerare quasi fisiologico dopo anni di continua recessione, anche se un impulso importante alla crescita è arrivato anche grazie ai bandi regionali di accesso dei fondi Psr. Tuttavia, è prevista una contrazione delle vendite proprio nei mesi centrali dell’anno a causa delle gelate invernali avute lo scorso inverno e, soprattutto, per la siccità che sta mettendo in ginocchio l’agricoltura in questo periodo. Ma la flessione dovrebbe essere temporanea, perché dall’autunno ci si aspetta una conferma del trend di crescita registrata nella prima parte del 2017. Determinanti saranno per FederUnacoma gli incentivi Inail per l’acquisto dei mezzi di nuova generazione.

 

Curioso, infine il dato che riguarda le macchine agricole usate, che nel 2016 sono state più vendute rispetto a quelle nuove (27.946 trattrici usate  a fronte di 18.341 trattrici nuove, con un'età media di poco inferiore ai 20 anni).

 

Alessandro Farucci

Macchine agricole, Deutz-Fahr inaugura la sua nuova casa

Produzione all’avanguardia all’insegna di efficienza e sostenibilità: si può descrivere in questo modo la nuova fabbrica di Deutz-Fahr, il colosso tedesco del gruppo SDF specializzato nella produzione di trattori agricoli altamente tecnologici e leader nel mercato internazionale.

 

Ed è proprio la tecnologia avanzata il leitmotiv di questo nuovo impianto, inaugurato lo scorso 10 maggio nella sede storica di Launingen (Baviera), progettato nell’ottobre 2014 e già pronto per essere considerato un modello nel campo dell’industria meccanica. Costato 90 milioni di euro, Deutz-Fahr Land è stato costruito proprio per la produzione di trattori avanzati con potenza superiore a 130 cavalli, ovvero le serie 6,7,9 e dal prossimo anno 11. Un mega stabilimento di 150 mila mq immerso nel verde bavarese, strutturato in quattro mega aree per raggiungere massimi livelli di efficienza produttiva.

 

 Deutz-Fahr Land, la nuova fabbrica di trattori agricoli all'avanguardia

 

L’area logistica, costituita da un magazzino perfettamente idoneo a sostenere qualsiasi volume di produzione; un’area interamente dedicata all’assemblaggio pre-verniciatura interamente ergonomica; il Paint Shop, ovvero l’area di assemblaggio post verniciatura in grado di garantire un  processo di verniciatura e asciugatura semplicemente perfetto in quanto robotizzato; infine, l’area Test, dedicata a collaudare il funzionamento di tutti i componenti installati.

 

Ma la particolarità di questo grande impianto si chiama Deutz-Fahr Arena, ossia lo spazio pensato per accogliere i clienti. Dotato di caffetteria, sale riunioni, area baby , sala conferenze e addirittura di cinema da 70 posti, questo centro è estremamente interessante soprattutto perché ospita al suo interno un museo dedicato ai trattori storici della casa di produzione, oltre ai tanti showroom espositivi.

 

Insomma, la Deutz-Fahr Land è un esemplare di complesso industriale ultramoderno, capace di coniugare produzione all’avanguardia ed ecosostenibile con attività di intrattenimento; ma è anche un esempio di come pianificare un futuro fruttuoso a livello produttivo e commerciale. Un motivo d’orgoglio anche per Cordini Srl, leader nella vendita macchine agricole e storico rivenditore della grande casa tedesca.

Macchine agricole 4.0: in arrivo l’Iperammortamento

Dare un impulso all’innovazione nell’agricoltura puntando sull’efficienza degli strumenti tecnologici di ultima generazione: prosegue il processo di ammodernamento del settore portato avanti dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. Lo dimostra la decisione del Ministro Maurizio Martina di inserire nell’elenco delle macchine agricole beneficiarie dell’ Iperammortamento anche quelle 4.0 e di precisione.

 

L’obiettivo primario resta quello di incrementare la produttività delle nostre imprese con l’ausilio di nuove tecnologie senza rinunciare alla qualità dei nostri prodotti. La misura dell’Iperammortamento, prevista dalla Legge di Bilancio 2017, è del 250% e si applica sull’acquisto di beni strumentali che favoriscono la trasformazione tecnologica e digitale delle imprese. Un’agevolazione che è strettamente legata ad un’altra, ovvero il Superammortamento del 140% sull’acquisto di beni immateriali come software e sistemi IT.

 

Iperammortamento 250% macchine agricole

 

La legge di Bilancio 2017, inoltre, stabilisce le categorie di beni per i quali è prevista la concessione dello sgravio fiscale, e cioè tutti quelli previsti dal Piano Industria 4.0. Si tratta di macchine per agricoltura (trattrici, semoventi ecc) dotate di sistemi computerizzati e sensoriali e perciò in grado di prestare opere di precisione; in altri termini, parliamo di macchinari le cui performance rispettano idoneamente i parametri di sostenibilità e sicurezza. Tuttavia, si attendono a breve e in via definitiva maggiori chiarimenti sulle tipologie di attrezzature interessate dal beneficio. È bene ricordare, infine, che per poter beneficiare delle agevolazioni, l’acquisto dei beni strumentali 4.0 da parte di imprese e professionisti del settore deve essere effettuato entro il 31 dicembre 2017.

 

E tecnologia e innovazione sono i comuni denominatori delle proposte di Cordini Srl, sempre presente sul mercato con il servizio di vendita macchine agricole e noleggio, che vi invita a visitare il suo e-commerce con tantissimi prodotti legati al mondo dell’agricoltura, dell’edilizia e del giardinaggio.

Cordini presenta “Porte Aperte”: tutte le novità in campo agricolo e industriale 2017

Cordini Srl è lieta di annunciare ai suoi visitatori un evento davvero sensazionale ed assolutamente imperdibile per gli operatori di settore: “Porte Aperte”, la grande esposizione delle novità 2017 in tema di macchine agricole e edilizia.

 

Un evento di spessore in programma dall'1 all’8 aprile 2017 nel corso del quale saranno presentate le ultimissime novità in campo agricolo e industriale oltre a una serie di iniziative molto interessanti, a conferma del prezioso contributo che è in grado di fornire all’intero comparto Cordini, una realtà imprenditoriale che è diventata nel corso degli anni un punto di riferimento per il suo territorio e non solo.

Tante le proposte 2017 di macchinari agricoli e industriali in vetrina dei marchi più prestigiosi presenti sul mercato: SAME, MANITOU, DEUTZ-FAHR, CAT, GOLDONI ecc.

 

Esposizione Porte Aperte macchine agricole di Cordini

 

Particolare attenzione è rivolta a domenica 2 aprile, giornata ricca di avvenimenti adatta anche per trascorrerla piacevolmente insieme alla propria famiglia. Numerose, infatti, sono le iniziative di intrattenimento che si terranno nell’arco dell’intera giornata: musica, spettacoli equestri e una gustosissima degustazione di prodotti tipici dell’incantevole terra di Puglia. Il 2 aprile, inoltre, rappresenta l’unica occasione per prenotare la prova per la settimana successiva del mezzo o attrezzo al quale si è interessati.

 

“Porte Aperte”, insomma, è un appuntamento al quale il mondo dell’agricoltura e dell’edilizia non può proprio mancare e che Cordini Srl, specializzata nel noleggio e nella vendita macchine agricole, ha voluto fortemente organizzare. Per questo motivo è fiera di invitarvi nella sua sede operativa di Corato (BA) in via Andria 109, dall'1 all’8 aprile 2017.

Tecnologia e sostenibilità in agricoltura: al via la 36.ma Fiera della meccanizzazione agricola

È tutto pronto per l’apertura della 36.ma edizione della Fiera nazionale della meccanizzazione agricola (dal 16 al 19 marzo), l’evento di caratura internazionale dedicato all’esposizione di macchinari e attrezzature agricole tecnologiche e non solo. Anche quest’anno tutti gli operatori del comparto si daranno appuntamento presso l’Area Fieristica della città di Savigliano, in provincia di Cuneo: ben 350 gli espositori di macchine agricole pensate per i lavori in campo aperto (collina, montagna e pianura) e il giardinaggio.

 

Una kermesse che vede l’Italia assoluta protagonista, alla luce della straordinaria crescita avuta nel 2016 dal punto di vista della produzione e dell’export, e che quest’anno punta fortemente all’internazionalizzazione delle imprese del settore; una crescita che le stime ufficiali danno ancora in aumento, con un +5,3% nel 2017 e un +5,8% nel triennio successivo.

 

Fiera macchine agricole Savigliano

 

Ovviamente, l’attenzione principale sarà rivolta all’innovazione e alla tecnologia in agricoltura. Da segnalare, a tal proposito, la presenza in fiera dell’Area Eco-Tech, l’enorme padiglione dedicato interamente alle soluzioni ecologiche in agricoltura, utile a capire in che modo aumentare l’efficienza energetica e sfruttare al massimo le energie rinnovabili. Ma come già anticipato, l’innovazione applicata all’agricoltura non è l’unica tematica di approfondimento.

 

Nel corso della quattro giorni fieristica, infatti, numerosi sono gli argomenti da affrontare e le  iniziative da svolgere. Anzitutto, ci si soffermerà sul tema dell’agricoltura biologica e biodinamica, con un focus particolare sulle nuove tecnologie agronomiche in grado aumentare la sostenibilità delle filiere di produzione e dell’utilizzo degli agro-farmaci. Importanti sono anche gli aggiornamenti normativi che verranno illustrati: dalla questione abilitazione alla guida delle macchine agricole (trattori gommati e cingolati), alla nuova normativa inerente l’origine obbligatoria sulle etichette per latte e formaggi (se ne parlerà nel corso del convegno “Quale latte bolle in pentola”).

 

E ancora, la giornata “Business to Business”, dedicata all’incontro di operatori di Francia, Iran e Tunisia con i produttori, e il premio “Imprenditore dell’anno”, in collaborazione con Arproma e Enama. Insomma, la 36° fiera della meccanizzazione agricola è un appuntamento importante e ricco di avvenimenti non solo per gli addetti al commercio mondiale di macchine agricole e giardinaggio, ma altresì per tutta l’imprenditoria agricola italiana, alla ricerca delle soluzioni migliori per incrementare la competitività delle imprese.

Alessandro Farucci

Macchine agricole, l’Italia si conferma leader della produzione nel mondo

L’Italia si conferma ancora una volta un Paese di eccellenze nel panorama economico mondiale con un marchio, quello del “Made in Italy”, che è ormai diventato sinonimo di prestigio e qualità. Un successo, però, che questa volta non riguarda i settori tradizionalmente vincenti per il nostro Paese, come moda ed enogastronomia, ma che si estende anche ad altri comparti, a dimostrazione della capacità imprenditoriale delle nostre imprese: il marchio italiano, infatti, è primo anche nel settore trattori e macchine agricole.

 

La conferma arriva direttamente dalla V edizione del “Best Seller Award”, un riconoscimento assegnato ogni anno da Fieragricola Verona di concerto con la rivista “Macchine Trattori” nel corso di Fiera Agricola Day della città scaligera. Sono tutti italiani i marchi che si sono aggiudicati quest’anno il prestigioso premio sulla base delle immatricolazioni relative al 2016.

 

Italia prima nella produzione di macchine agricole

 

Nella “Top 10” della classifica generale, infatti, le posizioni al vertice sono occupate dai colossi della meccanica agricola nazionale, ovvero New Hollande, Landini, Same e Goldoni. Strepitoso è ancora una volta il successo ottenuto da New Hollande, che per il quinto anno consecutivo si è aggiudicato il primo premio assoluto grazie alle 333 unità vendute nel 2016 del modello T4.95F.

 

Marchi autorevoli come quelli che propone Cordini srl, azienda storicamente specializzata nella vendita macchine agricole nuove e usate, in grado di commercializzare macchinari di diversa tipologia, tutti altamente innovativi e di qualità. Ma quello delle imprese costruttrici italiane è soprattutto un successo di livello internazionale: l’80% della produzione di trattori, infatti, è destinata al mercato estero, a conferma della scelta degli operatori di settore di tutto il mondo di prediligere la qualità e l’affidabilità dei nostri prodotti.

Alessandro Farucci